Analisi preliminare dei documenti (check-up documentale)

La normativa sulla sicurezza sui luoghi di lavoro, disciplinata dal D.Lgs 152/06 e s.m.i. risulta alquanto complessa; gli adempimenti, sia in relazione alla produzione della specifica documentazione letteraria sia allo obblighi connessi alla formazione dei lavoratori, risultano vari e complessi; per questo, SISTEMA, tramite personale specializzato, effettua, con la vostra collaborazione ed in maniera del tutto gratuita, un Check-Up della documentazione presente in azienda; controllando l’attinenza e la validità dei documenti presenti in relazione alla normativa di riferimento ed agli standard del settore.
Di concerto all’azienda elaborerà un piano per la redazione e/o per l’aggiornamento della documentazione redigendo nel contempo in maniera assolutamente gratuita un preventivo di spesa.

Valutazione dei rischi

Ogni azienda che sia costituita da due o più lavoratori è obbligata a redigere il “Documento della Valutazione dei Rischi“ (DVR). Tale elaborato rappresenta il principale documento per la prevenzione dei rischi all’interno dell’azienda; all’interno del documento sono descritte le principali lavorazioni svolte dall’azienda, i rischi derivanti dalle stesse e le misure di prevenzione e protezione necessarie per l’eliminazione o la riduzione delle problematiche presenti. SISTEMA è in grado, tramite tecnici specializzati ed utilizzando specifici software, di elaborare il DVR per qualsiasi tipo di attività operante in qualsiasi settore ATECO.

Valutazione del rischio di esposizione al rumore

Si tratta della valutazione dei uno dei rischi specifici che la normativa prevede di verificare.

Personale specializzato e specificatamente formato (tecnici competenti in Acustica Ambientale), con l’ausilio di rilievi strumentali, effettuerà un sopralluogo presso la vostra azienda e valuterà il livello di pressione acustica presente nei vari ambienti e nei diversi cicli lavorativi oppure derivante da l’utilizzo di particolari macchine o attrezzature presenti in azienda; la valutazione dei risultati permetterà di intraprendere quelle azioni di prevenzione e protezione che allontaneranno il pericolo dell’insorgenza di eventuali malattie professionali derivanti dall’esposizione continuata a livelli di pressione acustici al di sopra dei limiti consentiti.

Valutazione del rischio di esposizione a vibrazioni

Ogni azienda che prevede lavorazioni con macchinari e mezzi ti trasporto (Autoveicoli, macchine di movimento terra, carrelli elevatori, spazzatrici, trattori agricoli, ecc), oppure l’uso di attrezzi manuali (martelli demolitori, mole) o qualunque altro mezzo che trasmetta delle vibrazioni al corpo intero e/o al sistema mano-braccio ha l’obbligo di verificare che l’esposizione al rischio vibrazione rientri all’interno di range ammissibile.

Tale rischio viene valutato ricorrendo a banche dati ufficiali o con la misurazione in loco delle vibrazioni trasmesse dall’utilizzo del mezzo, oppure, dall’attrezzo. L’analisi dei risultati permette di valutare il rispetto dei limiti normativi ed al contempo di predisporre tutte le misure necessarie per prevenire l’insorgenza di patologie legate all’uso continuato di attrezzature vibranti.

Valutazione del rischio stress lavoro – correlato

Il nostro personale, coadiuvato in casi specifici da psicologi, valuterà, tramite test standard normati, il livello di stress di tutti i lavoratori presenti in azienda eventualmente riuniti per gruppi omogenei; la valutazione permetterà di verificare la compatibilità delle lavorazioni e delle mansioni attribuite ai singoli lavoratori in relazione al livello di stress e distress indotto dalla lavorazione stessa o dall’ambiente.

La suddetta procedura permetterà di individuare particolari situazione di malessere presenti all’interno dell’azienda o di patologie stressogene come Mobbing o Burnout, attacchi di panico ecc., che una volta eliminate porteranno sicuramente giovamento in relazione alla produttività e alla vivibilità del sistema azienda.

Valutazione del rischio per movimentazione manuale carichi

La movimentazione manuale dei carichi, specialmente in alcune tipologie o fasi lavorative, rappresenta un fattore di rischio molto importante che è causa di molteplici patologie; le suddette si evidenziano sia in fasi acute, durante la vita lavorativa di un individuo, sia per le malattie professionali che ne conseguano.
La corretta valutazione del Rischio connesso alla movimentazione dei carichi (MMC), effettuata con perizia da specifiche professionalità tecniche (tecnici della prevenzione, ingegneri), permette di individuare le criticità imputabili a diversi fattori quali ripetitività dei movimenti, intensità, caratteristiche del movimento ecc, diminuendo al minimo le conseguenze patologiche derivanti; inoltre l’uso di attrezzature specifiche per tali movimentazioni permetterà non solo la riduzione del rischio ma anche l’ottimizzazione della produzione.

Valutazione del rischio di esposizione ad agenti chimici

Fra i rischi sicuramente più subdoli e spesso sottovalutati nelle conseguenza è da annoverare il rischio derivante dall’esposizione ad agenti o sostanze chimiche. Tale rischio è presente in quasi tutti i tipi di lavorazione; infatti, qualsiasi lavorazione che esponga il lavoratore al contatto in qualunque forma (inalazione, contatto dermico ecc.) con sostanze chimiche solide, liquide od anche gassose deve essere attentamente valutata in relazione al tempo di utilizzo, alle caratteristiche tossicologiche della sostanza, ai DPI utilizzati ecc..

La corretta valutazione di tutte le sostanze presenti all’interno del ciclo produttivo aziendale, effettuata tramite lo studio delle schede di sicurezza dei prodotti, permetterà di definire i livelli di rischio di ogni lavorazione/lavoratore ed individuare le misure di prevenzione e protezione (azioni correttive, diversificazione dei prodotti, interventi di monitoraggio ambientale o personale) finalizzate a ridurre i livelli di esposizione..

Valutazione del rischio di esposizione ad agenti cancerogeni e mutogeni

Le sostanze cancerogene sono quelle che possono provocare in caso di ingestione o contatto dermico il cancro, mentre le sostanze e gli agenti mutagene sono quelle che possono ingenerare difetti genetici ereditari. Queste sostanze sono, purtroppo, presenti in diversi tipi di lavorazione; le imprese per la rimozione dell’amianto ne sono un esempio conosciuto ma anche le falegnamerie che impiegano legni duri ecc..

La valutazione dell’esposizione a queste sostanze deve essere effettuata considerando i quantitativi e le concentrazioni degli agenti, i lavoratori esposti, i risultati di monitoraggi ambientali, i DPI col fine ultimo di ridurre o eliminare anche progressivamente il rischio ed attuando un attento protocollo di sorveglianza sanitaria.

Valutazione del rischio incendio ed esplosione

La nostra azienda è in grado, tramite la competenza professionale di tecnici specializzati di valutare il rischio derivante dagli incendi e dalle esplosioni.

Il rischio incendio è chiaramente influenzato sia dai materiali impiegati nel ciclo produttivo che dai fattori intrinseci all’azienda, dislocazioni centrali termiche, uso di fiamme etc.; SISTEMA effettua sulla base della normativa generale antincendio (DM 10/03/98) la valutazione del rischio e verifica le misure di prevenzione attuate. E’ in grado inoltre di istruire c/o gli enti competenti le pratiche antincendio per le aziende a rischio per l’ ottenimento se necessario per l’attività, del Certificato di Prevenzione incendi sulla base della normativa vigente (DPR 151/11).

Allo stesso modo SISTEMA è in grado di effettuare specifiche valutazione sul rischio esplosione (ATEX) sulla base delle caratteristiche delle sostanze, delle sorgenti di innesco e della struttura dei locali ed individuando le aree a rischio (Zone 0, 1 e 2) ed i relativi sistemi di isolamento e/o soppressione attivi e passivi..

Valutazione del rischio tutela lavoratrici madri

Si tratta di elaborare un documento previsto dalla normativa in materia di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro dove sono previste tutte quelle azioni da intraprendere in caso di presenza, all’interno dell’azienda, di lavoratrici gestanti, puerpere o in periodo di allattamento fino a sette mesi dopo il parto.

Nel suddetto documento sono individuate tutte le azioni previste per la tutela della lavoratrici madri o gestanti che effettuano lavorazioni che le potrebbero esporre a fattori di rischio per l’embrione ed il feto e/o per il bambino con particolare attenzione ai rischi abortigeni, mutageni e teratogeni.

Valutazione del rischio di esposizione a lavoro notturno

Se hai un’ azienda che per la tipologia delle lavorazioni o per particolari esigenze contingenti svolge l’attività anche nelle ore notturne questo può ingenerare problematiche in relazione ad un possibile incremento del rischio di incidenti sul lavoro dovuto ad una alterazione del bioritmo sonno/veglia.

Svolgere l’attività lavorativa nelle ore notturne sottopone il fisico ad uno stress psicofisico notevole e per questo devono essere messe in atto contromisure capaci di compensare tale squilibrio previa valutazione del rischio specifico che SISTEMA è in grado di effettuare avvalendosi di professionalità specifiche.

Valutazione del rischio dei rischi interferenti (DUVRI)

Ogni azienda ha le proprie lavorazioni ed i rischi derivanti dalle stesse; ma cosa accade se all’interno dell’azienda lavorano, per alcuni periodi di tempo, altre aziende? si pensi ad esempio alle imprese che effettuano manutenzione ai macchinari presenti nell’azienda oppure alle stesse imprese di pulizie. In questo caso la ditta che ospita l’impresa esterna è obbligata, in ottemperanza all’Art. 26 del D.Lgs 81/08, a redigere il Documento di Valutazione dei Rischi Interferenti (DUVRI).
Nel suddetto documento vengono elencati i rischi specifici presenti all’interno dell’azienda ospitante le lavorazioni, valutate le interferenze con le lavorazioni della ditta esterna e definite infine le misure di prevenzione, protezione e coordinamento al fine di eliminare o minimizzare i rischi interferenti derivanti dallo svolgimento contemporaneo delle lavorazioni di due imprese diverse.

Piano di emergenza

Grazie alle molteplici figure professionali presenti all’interno di SISTEMA la nostra azienda è in grado di redigere il Piano di Emergenza con la definizione di tutto l’insieme di procedure operative di intervento per fronteggiare una qualunque calamità attesa sul sito produttivo.

Il Piano si attua poi attraverso la predisposizione di planimetrie specifiche per la localizzazione delle vie di fuga, dei presidi antincendio e delle procedure generali da attuare, oltre che attraverso l’effettuazione di prove ed addestramenti del personale (prove di evacuazione).